Spedizione gratis a partire da 19€
Come utilizzare l’amido di riso per il bagnetto dei neonati

Amido di riso per neonati: proprietà, usi e benefici

La prima volta che ho sentito parlare dell’amido di riso per neonati è stato in occasione del primo bagnetto di Nicolò, ma ho scoperto ben presto che non esiste un solo modo per utilizzarlo. Infatti, le proprietà e i benefici che questa sostanza ha sulla nostra pelle (e non solo su quella dei nostri piccoli) sono talmente tanti che ne fanno davvero un prodotto indispensabile ed estremamente versatile. 

Pensare che io lo utilizzavo solo per ammorbidire il bucato!

Che cos’è l’amido di riso?

L’amido di riso è una polvere molto fine, che a prima vista ricorda un po’ lo zucchero a velo, che si ottiene dai chicchi del riso (Oryza Sativa). Questa polvere candida ed estremamente soffice ha un odore molto, molto delicato (e per questo non dà fastidio ai nostri piccoli esploratori) e si scioglie facilmente in acqua. Anche per questo è ottimo da utilizzare per il bagnetto dei nostri bimbi.

A cosa serve l’amido di riso per neonati? Ecco le sue tantissime proprietà

Come ti accennavo, l’amido di riso è un prodotto davvero incredibile per la sua versatilità. Innanzitutto è un potente lenitivo, in grado di calmare, rinfrescare, disinfiammare e detergere la pelle. Non è un caso, infatti, che sia uno degli ingredienti maggiormente utilizzati nella cosmesi naturale e nei prodotti per la cura dei nostri cuccioli. 

L’amido di riso, nella sua forma più pura, si può utilizzare anche in cucina come addensante o come sostituto della farina per preparare ricette senza glutine, oppure anche per stirare più facilmente la biancheria pulita, e ancora come shampoo secco o per un rilassante pediluvio. Per quanto riguarda l’uso dell’amido di riso per i neonati, anche qui le funzioni sono molteplici, ecco qualche esempio che sono sicura troverai molto utile:

  • per il bagnetto, perché rende la pelle morbida e setosa
  • come lenitivo, in caso di arrossamenti da pannolino o di dermatite atopica
  • come detergente intimo, in caso di irritazioni
  • come shampoo delicato, in caso di cute irritata
  • come rimedio per la crosta lattea
  • come rimedio per le punture di zanzare
  • come talco dopo il bagnetto per asciugare la pelle

Come vedi si può utilizzare in tantissimi modi diversi, inutile dirti che da quando l’ho scoperto non posso più farne a meno, inoltre la polvere d’amido di Mamila, in modo particolare, è arricchito anche con Mamihug®, l’esclusiva miscela di Miele, Avena e Mandorla 100% da agricoltura biologica che ne aumentano il suo potere lenitivo e idratante.

A cosa serve l'amido di riso per neonati: tutti gli usi

Il bagnetto con l’amido di riso: ecco come prepararlo e le dosi

Preparare un bagnetto caldo per il nostro piccolo con l’amido di riso è davvero semplicissimo: ti basterà sciogliere uno o due cucchiai di amido nella vaschetta piena di acqua! In soli 10 minuti il tuo bimbo beneficerà delle sue proprietà lenitive e rinfrescanti.

Puoi anche utilizzare l’amido di riso sulla testolina del tuo bambino sia come Shampoo delicato (diluito con dell’acqua e unito a una noce dello shampoo che usi di solito) sia per ammorbidire la cute che magari si sta squamando a causa della crosta lattea. Ricordo che con Nicolò lo facevo spesso durante i suoi primi mesi di vita e applicare l’amido di riso a secco sulla sua cute l’ho trovata una pratica molto efficace per ridurre le crosticine che aveva in testa.. Ricordo che con Nicolò lo facevo spesso durante i suoi primi mesi di vita e applicare l’amido di riso a secco sulla sua cute l’ho trovata una pratica molto efficace per ridurre le crosticine che aveva in testa.

Personalmente, dopo il bagnetto amo rivestire Nicolò con calma. È un momento magico, in cui posso giocare con lui mentre lo asciugo. Spesso uso dell’olio emolliente per praticare un rilassante massaggio neonatale, che mi aiuta a entrare ancora più in empatia con lui e ad accrescere sempre di più il nostro legame.

Nella nostra routine quotidiana, invece, utilizzo la polvere d’amido dopo un cambio pannolino “importante”, soprattutto se vedo un principio di rossore e per asciugare le ultime goccioline di acqua, che solitamente si nascondono tra le pieghe della pelle, dopo un lavaggio veloce sul lavandino o sul bidet. L’amido di riso è molto assorbente, ma allo stesso tempo permette alla pelle di respirare perché non ne ostruisce i pori, evitando così possibili irritazioni.

Dove si compra l’amido di riso per neonati?

L’amido di riso per l’igiene dei nostri bimbi si può trovare praticamente ovunque, ma ce n’è solo uno che ti consiglio davvero di acquistare: la Polvere D’Amido MamiHug

Il motivo per cui preferisco questa polvere d’amido rispetto alle altre in commercio è il fatto che è arricchita da latte di cotone e ribes, che ne aumentano le proprietà assorbenti e disarrossanti. Inoltre, il flacone ha un pratico tappo forellato, anti-spreco e molto utile per cospargere la polvere sul corpo dei nostri bimbi e mantenerli asciutti dopo il bagnetto o un cambio veloce. 

L’amido di riso Mamihug si compra facilmente online e in pochi giorni arriva a casa tua e per ammortizzare le spese di spedizione, solitamente ordino la mia scorta di prodotti per l’igiene di Nicolò insieme ai Pannolini Cotonini, così riduco il numero di spedizioni, abbassando le emissioni di Co2 nell’aria.

Nicolò ha quasi due anni ormai e in tutto questo tempo non ha mai sofferto di arrossamenti o irritazioni e credo che parte del merito sia proprio l’uso costante della polvere d’amido e l’aver scelto un pannolino realizzato con cotone naturale.

Potrebbe interessarti

Singhiozzo nel neonato: come farlo passare e perché succede

Singhiozzo nel neonato: come farlo passare e perché succede

Perchè viene il singhiozzo ai neonati? Come si fa per farlo passare? Trovi tutte le risposte in questo articolo!

Il sonno dei neonati: le fasi dalla nascita al primo anno

Il sonno dei neonati: le fasi dalla nascita al primo anno

Come funziona il sonno dei neonati e quali sono le fasi che affronta durante il primo anno di vita? Trovi qui tutte le risposte.

Le fasi dello sviluppo del bambino nel primo anno di vita

Le fasi dello sviluppo del bambino nel primo anno di vita

Quali sono le fasi dello sviluppo del bambino durante i primi 12 mesi di vita? Le vediamo qui nel dettaglio, sia dal punto di vista motorio che psicologico.